BACK

Aquilegia

Aquilegia vulgaris
 

Cosa scrive S.Ildegarda

"L'aquilegia è fredda... Anche colui che ha molto muco metta l'aquilegia nel miele, e lo mangi spesso, e il muco diminuirà, e così sarà purificato".
"Chi ha la febbre, sprema l'aquilegia, e filtri il suo succo attraverso un panno, e a questo succo aggiunga il vino, quindi ne beva spesso, e andrà meglio per lui”.

Come si riconosce 

L'aquilegia è una pianta da giardino apprezzata per i suoi fiori inconfondibili che brillano in diversi colori e per le sue splendide foglie tagliate in tre parti. 
L'aquilegia comune predilige i terreni calcarei e ama crescere in cespugli, radure e foreste decidue. 
Nel Medioevo, tutte le parti vegetali dell'aquilegia erano utilizzate per varie malattie, come l'ittero, l'edema e le malattie del fegato. L'aquilegia era nota anche come afrodisiaco. 
Non è consigliabile trattare l'aquilegia con leggerezza, perchè i glicosidi cianogenici contenuti sono tossici e possono causare disturbi più o meno gravi.
Pertanto non si deve superare il dosaggio consigliato. 
L'aquilegia può crescere fino a 80 cm. Ama crescere in gruppi, ha steli pelosi che si ramificano in alto. Le foglie si alternano, sono apposte nella parte inferiore della pianta. Nella parte superiore crescono senza steli. A seconda del tipo di pianta, fiorisce tra maggio e luglio, i fiori sono di colore bianco, rosa o viola. 
L'aquilegia può crescere fino a 2000 metri di altitudine, quindi si trova anche in montagna.

Cosa si utilizza 

Le foglie dell'aquilegia delle piante prima della loro fioritura.

A che cosa serve 

Influenza virale, febbre infantile, morbillo, rosolia, orecchioni, varicella, herpes, angina, febbre allergica, gonfiore dei linfonodi, polipi, linfodrenaggio; antipiretico.
 

Ricette

Vino di aquilegia
Succo di aquilegia ,
1 cucchiaino da tè
Vino 1/8 lt.
Versare il succo in un bicchiere e diluire con il vino. 
Bere ogni giorno 3-5 volte al giorno un bicchiere da liquore .
Per i bambini: 5 gocce più volte al giorno
 
Miele di aquilegia
Foglie di aquilegia, circa 50 pezzi
Miele, 500 g

Tagliare finemente le foglie con il coltello, possibilmente di ceramica, poi pressare e mescolare nel miele.
Prendere più volte al giorno 1 cucchiaino di miele, anche insieme alle foglie.

Tintura di aquilegia:
Preparazione:
500 g di foglie di aquilegia raccolte prima della fioritura in 1 litro di alcool al 68%
Tenere la bottiglia per 14 giorni al sole e poi filtrare il tutto.
Posologia: prendere da 5 a 10 gocce 3 volte al giorno,
i bambini 3 volte al giorno 3 gocce anche con l'aggiunta di un po' di zucchero di canna.

In evidenza

Altri Eventi

Seminario online da ottobre

READMORE

Altri articoli simili

ON AIR: interviste

Dr Wighard Strehlow: seit 1980 mit Dr Hertzka

READMORE