BACK

Crisolito

Cosa scrive S. Ildegarda 

 

“Il crisolito nasce grazie al calore del sole e all'umidità dell'aria, dopo mezzogiorno verso la nona ora. La sua forza è così grande che se un crisolito si trovasse vicino ad un uccellino appena nato o ad un altro animale, quest'ultimo comincerebbe subito a camminare".
“Se una persona ha la febbre, riscaldi il vino e vi tenga sopra un crisolito, affinchè il suo sudore (condensa) si mescoli al vino caldo, che il malato dovrà bere. Poi egli tenga la pietra in bocca, starà meglio se ripeterà la cura più volte.”
Chi soffre di cuore bagni il crisolito nell'olio di oliva e lo strofini sulla parte dolorante: starà meglio”
E questa pietra rafforza, in chi la porta addosso, il sapere e la saggezza. Se la persona terrà appoggiata la pietra sul cuore, sapere e buona abilità rimarranno con lei ”.
 

A cosa serve

  • Rinforzare i bambini alla nascita
  • rinforzare i malati
  • Febbre,
  • Mal di cuore
  • Saggezza

Ildegarda ritiene che la pietra abbia proprietà vivificanti, benefiche soprattutto per i neonati, ma questa forza può essere utile anche a chi è debilitato o malato, vale la pena provare. Soprattutto in caso di febbre. 

Il crisolito o olivina è efficace contro il mal di cuore. Il dott. Hertzka, tenuto conto di quanto scritto da Ildegarda, presume che si tratti, soprattutto, di cuore affaticato (“gestresstes Herz”). La pietra viene immersa in olio di oliva spremuto a freddo per poi massaggiare la zona del cuore con la pietra impregnata.
L'altro importante utilizzo della pietra si riferisce alla conoscenza e alla saggezza, virtù che questa pietra è in grado di risvegliare e sostenere. 

Utile come 

Collana, braccialecavigliera.

In evidenza

Altri Eventi

Seminario online da ottobre

READMORE

Altri articoli simili