BACK

Elisir di assenzio

Cosa scrive S.Ildegarda

quando l'assenzio è fresco, pestalo e spremine il succo attraverso una stoffa . Poi cuoci il vino con del miele , non troppo forte e versane tanto che il suo sapore prevalga su quello del vino e del miele. Bevine a digiuno ogni terzo giorno da maggio ad ottobre.  Placa in te le debolezze ai reni e la melanconia e schiarisce gli occhi e rinforza il tuo cuore, ed impedisce che il polmone si ammali. Riscalda lo stomaco e pulisce le viscere ed assicura una buona digestione”

RICETTA

Elisir di assenzio 
Ingredienti

  • 60/70 gr di Assenzio fresco, raccolto in maggio (foglie e gambo)

  • Estrattore o mortaio e garza per ottenere ca. 40 gr di succo

  • 1 l di vino rosso o bianco

  • 100 gr di miele

Preparazione
Spezzettare l’assenzio giovane,

ed estrarre il succo .


Far bollire brevemente il vino con il miele e versarvi il succo di assenzio.
Imbottigliare in una bottiglia di vetro scuro.

Utilizzo

Da maggio ad ottobre berne un bicchierino da liquore ogni altro giorno (a giorni alternati), la mattina a digiuno.

A cosa serve

Come prevenzione per

  • Raffreddore, tosse, mal di gola, influenza,

  • Contro l'arteriosclerosi,

  • In caso di disturbi metabolici,

  • Disturbi allo stomaco ed intestino,

  • Inappetenza,

  • Migliora la digestione, 

  • Regola la bile, 

  • Dona resistenza ai polmoni

  • Rinforza il sistema immunitario 

In casi gravi si può bere il vino per tutto l’anno.

In evidenza

Altri Eventi

Seminario online da ottobre

READMORE

Altri articoli simili

Ricette medicinali

Mistura di marrubio, aneto e verbasco

READMORE