BACK

Le cure contro i vermi e parassiti intestinali


Cura con i noccioli di ciliegia per mal di pancia

“chi ha crampi nella pancia che non sono causti dai vermi, mangi l'interno dei noccioli di ciliega spesso crudi e starà meglio”

Cura per i vermi con i noccioli di ciliegia

“ Chi ha dei vermi nella pancia, deve mettere l'interno del nocciolo di ciliegia nell'aceto e mangiarne spesso a digiuno, attraverso il caldo del nocciolo e l'asprezza dell'aceto, mescolati, i vermi in lui moriranno”


Si prendono i semini interni dei noccioli di ciliegia, spezzati (solo il seme senza guscio duro) ed essiccati. In caso di crampi intestinali, nei bambini, più volte al giorno 3-5 semi senza guscio. Masticare ed ingerire.
Per i bambini più piccoli ( sotto i 3 anni) di meno.


RICETTA
mettere 40-50 semi secchi nell'aceto di vino (altri tipi di aceto non sono adatti) e lasciarveli dentro per 2 giorni. Se ne prendano 1-2 semi 4-5 volte al giorno prima o lontano dai pasti per 14 giorni. Si fa una pausa di una settimana e si ripete la cura per 14 giorni.
Non lasciare i semi troppo a lungo nell'aceto, buttare l'aceto dopo i 2 giorni e conservare in frigo in un vasetto di vetro chiuso.

Per ricavare il seme dal nocciolo si consiglia di usare il mortaio e tanta pazienza, ma ne vale la pena!

MIELE ALL'ORTICA  contro i vermi intestinali, parassiti intestinali

“Quando i vermi sono cresciuti nel corpo, allora si prenda la stessa quantità di succo di ortica e succo di erba di verbasco (Succ. Herb.Verbasci)e in ugual quantità di succo delle foglie del noce, ed un pò di aceto e molto miele. Lasciare bollire in una pentola pulita continuando a togliere la schiuma. Quando è cotto, togliere dal fuoco. Se ne beva un pochino prima dei pasti per 14 giorni, affinchè a causa della sua forza non se ne abbia danno. Dopo i pasti se ne beva a sufficienza, perchè il cibo si oppone alla sua impetuosità. I vermi moriranno ...”


Ricetta del miele all'ortica

10 ml Succo di ortica
10 ml Succo di verbasco
20 ml Succo di foglie di noce ( evtl. Tintura di noce: Junglans regia)
2 cucchiai di aceto di vino
150 gr di miele
1 lt.di vino

Mescolare tutti gli ingredienti per almeno 5 minuti, schiumare e invasare in un conteniore di vetro sterilizzato.
Fare la cura per 14 giorni prendendo ogni giorno un cucchiaio prima del pasto e un bicchierino da liquore dopo il pasto.
E' stato aggiunto il vino come" vettore" fluidificante, perchè altrimenti il composto ottenuto diventa troppo corposo e non liquido da essere "bevibile" come scrive S.Ildegarda.

In evidenza

Altri articoli simili

ON AIR: interviste

Brigitte Pregenzer: Ausili per l'apprendimento secondo Ildegarda - affinché la scuola sia divertente! 

READMORE

ON AIR: interviste

Sr Hiltrud Gutjahr:esperienze con Ildegarda

READMORE