BACK

Le cure contro i vermi e parassiti intestinali


Cura con i noccioli di ciliegia per mal di pancia

“chi ha crampi nella pancia che non sono causti dai vermi, mangi l'interno dei noccioli di ciliega spesso crudi e starà meglio”

Cura per i vermi con i noccioli di ciliegia

“ Chi ha dei vermi nella pancia, deve mettere l'interno del nocciolo di ciliegia nell'aceto e mangiarne spesso a digiuno, attraverso il caldo del nocciolo e l'asprezza dell'aceto, mescolati, i vermi in lui moriranno”


Si prendono i semini interni dei noccioli di ciliegia, spezzati (solo il seme senza guscio duro) ed essiccati. In caso di crampi intestinali, nei bambini, più volte al giorno 3-5 semi senza guscio. Masticare ed ingerire.
Per i bambini più piccoli ( sotto i 3 anni) di meno.


RICETTA
mettere 40-50 semi secchi nell'aceto di vino (altri tipi di aceto non sono adatti) e lasciarveli dentro per 2 giorni. Se ne prendano 1-2 semi 4-5 volte al giorno prima o lontano dai pasti per 14 giorni. Si fa una pausa di una settimana e si ripete la cura per 14 giorni.
Non lasciare i semi troppo a lungo nell'aceto, buttare l'aceto dopo i 2 giorni e conservare in frigo in un vasetto di vetro chiuso.

Per ricavare il seme dal nocciolo si consiglia di usare il mortaio e tanta pazienza, ma ne vale la pena!

MIELE ALL'ORTICA  contro i vermi intestinali, parassiti intestinali

“Quando i vermi sono cresciuti nel corpo, allora si prenda la stessa quantità di succo di ortica e succo di erba di verbasco (Succ. Herb.Verbasci)e in ugual quantità di succo delle foglie del noce, ed un pò di aceto e molto miele. Lasciare bollire in una pentola pulita continuando a togliere la schiuma. Quando è cotto, togliere dal fuoco. Se ne beva un pochino prima dei pasti per 14 giorni, affinchè a causa della sua forza non se ne abbia danno. Dopo i pasti se ne beva a sufficienza, perchè il cibo si oppone alla sua impetuosità. I vermi moriranno ...”


Ricetta del miele all'ortica

10 ml Succo di ortica
10 ml Succo di verbasco
20 ml Succo di foglie di noce ( evtl. Tintura di noce: Junglans regia)
2 cucchiai di aceto di vino
150 gr di miele
1 lt.di vino

Mescolare tutti gli ingredienti per almeno 5 minuti, schiumare e invasare in un conteniore di vetro sterilizzato.
Fare la cura per 14 giorni prendendo ogni giorno un cucchiaio prima del pasto e un bicchierino da liquore dopo il pasto.
E' stato aggiunto il vino come" vettore" fluidificante, perchè altrimenti il composto ottenuto diventa troppo corposo e non liquido da essere "bevibile" come scrive S.Ildegarda.


Cura con betonica e foglie di pesco
 

“ se crescono piccoli vermi nello stomaco e nel ventre, tritate la radice e le foglie della betonica, e aggiungete il doppio di polvere di foglie di pesco, colte quando è  già  in fioritura, e fatele  bollire in una pentola nuova con vino buono e puro. Fategli bere spesso questo vino filtrato, al mattino e alla sera, ed i vermi in lui moriranno, perché i vermi nel corpo di un uomo, che sono causati da succhi freddi, vengono uccisi dalla forza e dal calore della betonica e delle foglie di pesco mescolati con il calore del vino.”









 

In evidenza

Altri Eventi

Seminario online da ottobre

READMORE

Altri articoli simili

pietre preziose

Introduzione alle pietre preziose

READMORE

preghiere

Santa Ildegarda e San Martino

READMORE