BACK

Dr Louis Van Hecken: 30 anni d'esperienza

Cari amici,

il titolo di questa presentazione: 29 anni di esperienza con la medicina di S. Hildegarde, l'ho anche chiamato "Evidence Based on Hildegard Medicine", perché i rimedi che vi presenterò si basano sull'esperienza, sulle prove. Ma prima una presentazione.

Come ho conosciuto S. Hildegard? E' venuta a prendermi! Era l'ottobre 1990, ora più di 28 anni fa, quando una signora, che non conoscevo, venne nel mio ambulatorio con tutti i libri di Santa Hildegard. Li  lasciò tutti a me con la missione di approfittarne! A quel tempo, non avevo mai sentito parlare di “Hildegarde de Bingen”. Iniziai a leggere questi libri e trovai tutte le soluzioni che stavo cercando. Era un momento difficile per me, perché avevo abbandonato la prescrizione della "pillola". Alle giovani donne che venivano per una prescrizione contraccettiva avevo iniziato a dire che non potevo più consigliare qualcosa di dannoso. Quindi non venivano più da me. Sì, infatti, stavo iniziando la mia conversione ad una medicina più naturale.

Il primo messaggio importante per tutti voi è che la Chiesa cattolica ha ragione a difendere i metodi naturali nel campo della procreazione e a disapprovare la pillola, la sterilizzazione, ecc.

L'Enciclica Humanae Vitae del 1968, respinta in Occidente, che ha provocato una rivoluzione, anche nella Chiesa, ha ancora oggi un valore fondamentale, in piena sintonia con Hildegard, che scrive molto sulla vita sessuale e sulla procreazione.

In essa troviamo sempre: uomo e donna "lavorano" insieme, diventano una cosa sola, per procreare dei figli. Lo scopo della sessualità è soprattutto la procreazione. Con la contraccezione, questi due aspetti sono stati separati. L'evoluzione dopo l'introduzione della pillola e di altri metodi contraccettivi è stata catastrofica in campo morale, nelle famiglie e nella società. C'è un legame tra contraccezione, aborto, eutanasia e persino divorzio.

Giovanni Paolo II era anche convinto che la contraccezione fosse un veleno, non solo per le donne, ma anche per le coppie e per la società nel suo insieme. Così  sviluppò una teologia del corpo. 

Cercando rimedi più naturali e senza effetti collaterali, mi fu  presentata Hildegard. Nei libretti trovai, per esempio, un rimedio per il comune raffreddore. Nella mia pratica quotidiana era un problema, perché nella medicina moderna non esiste una vera cura per il raffreddore.
 
Ma prima di entrare in questo mondo sconosciuto di piante, uscito dalla medicina medievale, ho voluto incontrare il Dr. Hertzka e il Dr. Wighard Strehlow, perché avevano già 40 anni di esperienza. Era la Pasqua del 1991. Quando  chiamai per fissare un appuntamento, Wighard Strehlow stesso al telefono mi invitò direttamente ad andare a fare un salasso. Andai  a Costanza in treno.
Quando arrivai a Costanza, ricordo di aver camminato con la mia valigia sul ponte sul Reno verso Gebhardplatz, dove il Dr. Hertzka e Wighard Strehlow avevano il loro ambulatorio.
In mezzo al ponte mi fermai e mi dissi: "Questo è il punto di non ritorno. Se vado oltre non c'è possibilità di ritornare. Come in un'operazione.”
Decisi di continuare e Wighard mi accolse con gentilezza. Chiamò immediatamente il dottor Hertzka, che arrivò in fretta. Quest’ultimo nacque nel 1913, come il mio defunto padre, perciò mi disse: “potresti essere mio figlio.” Fui molto orgoglioso di quelle parole.
Spiegai loro che avevo letto i loro libri e che volevo mettere in pratica i rimedi secondo S. Hldegard. Il dottor Hertzka mi consigliò di iniziare lentamente, per esempio con tre rimedi; penso fossero la polvere di pelargonio, la galanga ed il vino allo  scolopendrio. Mi feci fare un salasso (CC 119) e rimasi lì per i tre giorni successivi, durante i quali potei  parlare con i pazienti in sala d'attesa.
Le storie che mi raccontarono, il contatto con il Dr. Hertzka e il Dr. Strehlow mi convinsero ad iniziare quest'avventura con S. Hildegard.
Di ritorno a casa iniziai a introdurre alcuni rimedi. Potei constatare che erano efficaci e senza effetti collaterali! Per me fu molto importante: primum non nocere! Prima di tutto, non fare del male!

Alcuni esempi:
Per il comune raffreddore: polvere di pelargonio (I-145), che mi sono fatto con il geranio Robertiano, piretro e noce moscata. Questa miscela è stata una rivelazione. Finalmente un rimedio efficace per il semplice raffreddore.

Per il mal di gola.
Il marrubio nel vino (I-33) ha dimostrato la sua efficacia. Un paziente con angina grave, febbre, ... cui gli antibiotici non avevano dato alcun risultato, è guarito dopo pochi giorni con questo rimedio. 
Poiché questo rimedio è molto amaro e quando non riesco a trovarlo, uso talvolta un prodotto della farmacia che contiene pelargonio e piantaggine. Specialmente per i bambini, ai quali il marrubio non piace molto.

Ho visto l'efficacia della galanga (I-13) nelle persone con angina pectoris.
Quando mi chiamavano per un caso di angina pectoris o di infarto cardiaco, davo prima il trattamento classico. Se le cose non miglioravano, dopo pochi minuti aggiungevo delle compresse di galanga e l'effetto si notava subito.

Allo stesso modo, per il mal di schiena, lombaggine, il vino con galanga (I-13) aiuta molto rapidamente.  Una volta fu  mia moglie, che non potè muoversi a causa della lombaggine. Le diedi del vino di galanga in polvere e siccome è una farmacista le feci un'iniezione! Il giorno dopo era già guarita. La galanga può essere acquistata in polvere o in compresse. In Francia si trova  ai Jardins d'Hildegarde, Le Grenier d'épeautre, dove vendono i prodotti di Posch. In Germania c'è l'azienda Jura a Costanza, l'azienda Virita del Dr. Wighard Strehlow, in Austria c'è l'azienda Posch e Maria Adam. Una preparazione più dolce si ottiene con le compresse di finocchio-galanga.

Grani di frumento cotto in acqua (I-1) per il mal di schiena.
Testimonianza di Anna-Maria Müller, naturopata svizzera  venuta da noi per mostrarci come lavora con questo rimedio. Febbraio 2006.

Un uomo nato nel 1946 soffriva di insufficienza cardiaca, cardiomiopatia, alcolismo e asma. La forza del suo cuore si era ridotta al 20%. Negli ultimi anni aveva cambiato il suo stile di vita. Dal 2013 viene regolarmente nel mio ambulatorio. È seguito anche da un cardiologo che ha visto un recupero completo della sua funzione cardiaca!
Questo grazie al cambiamento di stile di vita con l'astinenza dall'alcool, molti sport, una vita di preghiera, un pacemaker e i rimedi di Hildegard; è riuscito persino a salire sul Monte Ventoux in bicicletta.  Siamo stati in grado di ridurre e persino interrompere l’assunzione di tutti i farmaci su sua richiesta. Quest'anno, il 2019, è orgoglioso di essere stato senza farmaci per un anno. Usa quotidianamente o regolarmente vino con prezzemolo (I-68), galanga, polvere di pelargonio, "sivesan" (I-61) (finocchio, galanga, dittamo, pilosella), salasso, cura dell'assenzio, in breve: tutti i rimedi e il cibo secondo S. Hildegard. E’ notevole che abbia riacquistato la forza del suo cuore completamente. Il cardiologo lo ha già confermato più volte e il paziente testimonia regolarmente questa straordinaria evoluzione. E’ diventato un apostolo di Hldegard  nelle Fiandre.
Troverete tutti questi rimedi con dosaggi precisi nel libro "Cardiovascular Diseases" del Dr. Wighard Strehlow.

Testimonianza di una donna (°1971) Polvere di radice di genziana (I-31) in una zuppa. 1-3 punte di coltello di polvere di radice di genziana in una zuppa una volta al giorno.

Una donna di 71 anni con una storia di insufficienza renale e altre malattie cardiovascolari: ipertensione, 2 ictus con emiplegia, calcoli renali, ritorna il 25-01-2019 dopo un primo consulto con salasso il 04-07-2018. La ragazza è entusiasta: la funzione dei reni è migliorata con il massaggio renale (I-64) che sua madre faceva ogni due giorni con l'unguento di ruta: ruta, assenzio, grasso d’orso.

Una volta, era ancora all'inizio della mia carriera  Hildegardiana, stavo ancora facendo visite a domicilio, fui chiamato da un uomo che non poteva più urinare a causa dell'ipertrofia prostatica benigna. Il vino al tanaceto (I-111), "Prostavin" per il quale usiamo solo le foglie, del  tanaceto (tanacetum vulgare) lo liberò in mezz'ora! Per me un miracolo! 

Una signora pesante e anziana, affetta da un epistassi che non riuscivo a fermare con il classico trattamento, era pronta a provare il vino con la corniola (IV-23). Questa signora non poteva andare in ospedale a causa delle gambe gonfie. Dovevo trovare una soluzione. Andai a prendere la corniola a casa, preparai il vino nella sua piccola cucina e l'emorragia si fermò immediatamente.

Un giorno mia madre ebbe un ictus. Era paralizzata e non riusciva più a parlare. Lo scanner mostrò 5 emorragie cerebrali. Lo specialista dell'ospedale dell'Università di Lovanio mi fece vedere l'emorragia. "Non sarà mai in grado di parlare", mi disse lui. "Tutto qui, il centro di comunicazione e' distrutto." Le diedi l'acqua di diamanti (IV-17) e lei ritornò a parlare e camminare di nuovo. 

Un uomo nato nel 1930, 89/90 anni. Viene da me dal 1997, cioè da 22 anni, ne aveva 68 anni, ora ne ha 90. Ha una storia di ipertensione, diabete, obesità,  ipercolesterolemia, quindi sindrome metabolica, operazione della prostata a causa di cancro e allergia alla prostata, due ictus con sanguinamento nel cervello, paralisi, e due ricoveri in ospedale dell'Università di Lovanio. Gli sono stati prescritti molti farmaci, ma non può prenderne alcuno. Con i rimedi di Hildegard: salasso fino all'età di 80 anni, dopo di che prende sempre appuntamenti mensili per la scarificazione. Recentemente ha detto che sta migliorando sempre di più. Anche l'udito è migliore. Era sempre stato abbastanza sordo. E' vedovo, vive da solo, fa la spesa e non prende quasi nessun farmaco, tranne occasionalmente una cura al cortisone per i reumatismi.
Ride sempre con quello che gli è stato prescritto in ospedale; può camminare senza aiuto anche se è rimasto paralizzato due volte. Prende naturalmente diversi rimedi di Hildegard: tra gli altri farina di castagne (III-12) ogni giorno e brodo di piede di vitello (VII-14).

Una donna francese (1962) di 57/58 anni soffre di poliartrite da 10 anni quando  arriva per la prima volta da me nel 2014. In quel momento stava prendendo cortisone e metotrexate. Ora usa farro, piretro, marmellata di mele cotogne (III-4), sedano in polvere (I-69), cura dell'oro (IX-1), brodo di zampetto di vitello, pera al finocchio montano, lenticchie d'acqua (I-15). Viene dalla Francia 4 volte all'anno: due volte per il salasso e due volte per le ventose.  E' anche seguita da un reumatologo che controlla l'equilibrio del sangue. I valori di infiammazione sono diventati normali e lei è libera dal dolore della poliartrite. Scierà nelle Alpi e ha potuto fare un pellegrinaggio di 10 giorni a piedi a Santiago de Compostela 20 km al giorno senza problemi. Prende ancora solo una piccola dose di metotrexate.

Una ragazzina di 11 anni soffre di artrite cronica giovanile da 2,5 anni. Viene nel 2014 con la madre e la nonna dalla Germania. Ginocchia, piedi e occhi sono attaccati. È stata ricoverata in ospedale e ha ricevuto i farmaci standard: cortisone e metotrexate.  Consigliamo il piretro (I-18) 3 volte,  mezzo cucchiaino da tè, ha già iniziato la cotogna (III-4) la miscela di finocchio alpino (III-2), aggiungo il Pfefferkraut (Satureja)a foglia larga (I-38) (Tisana Maylis; Lepidium latifolium) in forma di CTP (Soria Natural), cura con lenticchie d’ acqua (I-15), cura dell'oro (IX-1), biscotti della felicità (I-21) e brodo di zampetto di vitello (VII-14).  Quando la madre e la nonna tornano dopo 3 mesi per il salasso, la ragazza è guarita e va a scuola. Una sola visita è stata sufficiente per superare la malattia. Con l’aiuto di genitori e nonni.

Un uomo di 40 anni viene per un consulto perché deve urinare molto e perde peso. Esame delle urine: pieno di glucosio, zucchero. Un segno di diabete. Lo mando in ospedale e torna con 40 unità di insulina al giorno. Diagnosi: diabete insulino-dipendente di tipo I. Accetta di provare il trattamento di Hildegard che lei scrive in "Causae e Curae (CR 207 - CC 181) e anche in Physica (III-54)". 
Il mio paziente è stato in grado di ridurre la sua insulina da 40 a 2 unità e la sua diagnosi è stata cambiata in diabete non insulino-dipendente! È stata un'esperienza molto forte per me perché normalmente il diabete di tipo I è incurabile. Ora sono convinto che se questo rimedio viene preso all'inizio, non appena compaiono i primi sintomi, il diabete di tipo I sia curabile!  Comunque, vale la pena provare. E specialmente per i bambini. Nella medicina di oggi,  i malati dipendono dalle iniezioni di insulina per tutta la vita.

Riscaldare lo stomaco è una regola molto importante per Hildegard. Comincia sempre con un pasto caldo. Una zuppa, ad esempio, in cui vengono messi i semi di farro. Oppure inizia con il famoso "Habermuss a base di farro (I-5)".

Un problema molto fastidioso è l'otite media acuta nei bambini piccoli. Gli antibiotici non hanno effetto, dice la scienza moderna. E anche con gli antibiotici torna sempre. Con l'olio d'oliva mescolato alla linfa di vite (III-53), intorno all'orecchio, il problema è risolto. Secondo un medico donna che ho incontrato a Madrid nell'aprile 2018, questi bambini dovrebbero evitare il latte vaccino. “Non avranno più infezioni all'orecchio,” mi ha rassicurato.
Quando l'orecchio cola, patologia chiamata otite siero-mucosa o anche nel caso di un'otite esterna, l'incenso (I-176; CC 173) ha dimostrato la sua efficacia.
 
Un altro rimedio pratico che ha dimostrato la sua efficacia nella tosse, soprattutto per bambini o neonati: olio di assenzio (I-109).

Per i denti. Quando ci si lava i denti al mattino con acqua fredda (CC 173), che si lascia intiepidire in bocca, come descrive Hildegard, si vede con i propri occhi che la placca dentale si stacca. Prendersi cura dei propri denti è importante. C'è una relazione tra infezioni dentali e malattie cardiache!
Per riposare ho seguito di tanto in tanto seminari del dott. Wighard Strehlow ad Allensbach, vicino a Costanza o in Francia, qui a Roc Estello vicino all’albero santo. Ho sempre trovato la forza e l'ispirazione per continuare. Ero circondato dalle più belle giovani donne, tutte gioiose, dalla pelle lucida, dagli occhi limpidi, in un'atmosfera di amicizia e di gioia nel gruppo. E ancora oggi, sia a Costanza, in Bretagna, Polonia, Messico o Madrid, sia qui a Bolzano, Italia è così. E 'stato mentre facevo ritiri/seminari e conferenze ildegardiane, spesso in un ambiente religioso, che ho sentito l'effetto benefico di farro, finocchio, castagne e cibo secondo S. Hildegard in generale.

Una donna che soffre di stanchezza cronica da 15 anni ha testimoniato a radio Maria l'effetto benefico del farro (I-5). Per lei è stato come un miracolo. Dopo 15 giorni di cura intensiva del farro al mattino, a mezzogiorno, alla sera, si accorge improvvisamente di non sentire più questa immensa fatica. 

Per gustare i migliori piatti di S. Hildegard bisogna andare a Costanza. Va detto che il dott. Wighard Strehlow è il grande patrono della cucina di Hldegard. Ogni due anni, Wighard e il suo team organizzano un importante congresso internazionale. Nell'ottobre 2018 è stata la decima volta. Un giubileo.
Il prossimo congresso a Costanza si terrà dal 25 al 27 settembre 2020. È durante questi congressi che incontro ogni volta la mia collega dott.ssa. Christiane Ernst Paregger che ha preso l'iniziativa di organizzare un incontro in Italia nel maggio 2020 (1-3). Per la prima volta!

A Madrid nell'aprile 2018 e nel gennaio 2019 ho incontrato la dott.ssa Isabel Bellostas Escudero che è intervenuta al Congresso di Costanza sull'autismo. Secondo i suoi studi scientifici, esiste una relazione tra il vaccino e l'autismo. Nella lettera St. Hildegard Brief 99 del marzo 2018, il dott Wighard scrive un articolo: L'autismo per la prima volta trattato con successo e curato con la medicina secondo St. Hildegard. Per il  lavoro innovativo la dottoressa ha ricevuto il premio Dr. Hertzka Award. 

Nell'ottobre 2017 Alfreda Walkowska ha organizzato un congresso a Cracovia nell'abbazia benedettina di Tiniec. È un'occasione per incontrare tutti gli amici di Hildegard: Alfreda con le sue due figlie, Wighard Strehlow e sua moglie Karin, Schwester Hiltrud dell'abbazia di Sankt Hildegard Eibingen, Jürgen Gollwitzer della Jura Company e molti altri, come Mélody Molins dell'Institut hildegardien in Bretagna, Francia.
Così i messaggi di S.Hildegard si sono diffusi in tutta Europa. E dal 2018 anche in Messico!
 
Infatti, dopo qualche anno ho deciso di cambiare la mia pratica classica con una pratica di medicina naturale complementare 100% Hildegard. E non me ne pento. Era il periodo del colesterolo. Tutti dovevano prendere farmaci per il colesterolo. E i miei pazienti, succeduti a mio padre, erano molto vecchi, come ho detto, le giovani donne e quindi le giovani famiglie se ne erano andate. Li avevo indirizzati io stesso a un collega, secondo le loro scelte. E gli anziani dovevano assumere farmaci contro l'ipertensione, il diabete, il colesterolo, l'aspirina per liquefare il sangue, in breve, spesso una decina di farmaci a persona! Sapevo  che il salasso, raccomandato da Hildegard, è la risposta logica, naturale e senza effetti collaterali in questo settore della prevenzione delle malattie cardiovascolari.
E studiando il libro "Causae and Curae - Cause e Cure" avevo capito chiaramente che il salasso è la risposta logica per evitare l'arteriosclerosi. Nel capitolo sul sanguinamento le parole "digestione del sangue" mi hanno colpito il cuore come una freccia. Infatti, potrei dimostrare con un semplice esperimento che il colesterolo "cattivo" è un prodotto di scarto del colesterolo di membrana.  Il che ha senso. Le malattie derivano da prodotti (rifiuti) che escono dal metabolismo. Una conseguenza della caduta di Adamo.  Tutte le cellule contengono colesterolo nelle loro membrane. Anche i globuli rossi. Hanno una durata di vita di 3 mesi. Il sangue, circa 5 litri, contiene il 40 -50% di globuli rossi. Diciamo circa la metà, in chili significa che ogni tre mesi una massa di 2,5 chili viene digerita e scompare. Immaginate una pagnotta da 2,5 chili di pane. È normale che i componenti di queste cellule escano mentre vengono catabolizzate o digerite. Uno studio scientifico dimostra che il salasso è efficace nel ridurre il livello di grassi nel sangue.
Durante e dopo il salasso si può vedere che ci sono diversi colori del sangue: rosso chiaro e rosso scuro. Ciò corrisponde ai globuli rossi giovani ed elastici e la parte scura con i globuli rossi in digestione, alla fine della loro vita, che perdono il colesterolo. Questi sono un rischio di trombosi. Il messaggio: il colesterolo LDL che esce da questa digestione è un prodotto di scarto.  Conclusione: ha più senso effettuare salassi per purificare il sangue e i vasi sanguigni che prescrivere un gruppo di farmaci che hanno lo stesso scopo, compresa la prevenzione dell'arteriosclerosi, la malattia più importante nei nostri paesi.  Correzione: dal 2019, il cancro è al primo posto. Tutti questi farmaci hanno effetti collaterali a lungo termine. Nella mia carriera di 43/44 anni (KUL 1976) molti farmaci sono già scomparsi a causa dei loro effetti dannosi, a volte fatali. Non è logico allora preferire i metodi naturali? Per me, il salasso è una delle più grandi scoperte della medicina di St Hildegard. Il salasso purifica tutto il sangue, riduce non solo il colesterolo cattivo ma anche tutti i rifiuti. Ecco perché il salasso secondo S Hildegard è davvero la risposta alla crisi delle malattie cardiovascolari.

Quando una o più arterie coronariche sono bloccate, vengono posizionati gli stent.
Maschio di 77 anni con 4 stent all'età di 58 anni. Nel 2018, dopo 20 anni, il controllo del cardiologo è perfetto. Ha iniziato a venire da me ogni anno dal 2009 per il salasso. Prende anche le medicine classiche e il vino al prezzemolo.

Uomo di 55 anni con tromboflebite ricorrente nella gamba destra. Viene dal 2006 per questo problema. Ha un'anomalia nelle vene della gamba destra, riceve regolarmente trombosi,  si tratta di una flebite profonda o di una trombosi venosa profonda, una condizione pericolosa. Pesa circa 100 kg e gli piace la birra belga, soprattutto quella trappista, un po' troppo. Poiché il rischio persiste, abbiamo dovuto aumentare il dosaggio più volte. Viene per il salasso ogni tre mesi, anche se ha superato i 50 anni. Prende Pilosella (I-117) in miscela con dittamo e galanga, polvere di radice di galanga. Dittamo(I-115) Inoltre prende 6 punte di coltello di sivesan (I-66) (Fenchelmischpulver) Un buon rimedio per i malati e sani. "Sivesan": la polvere per la salute.  Prende anche il vino con il prezzemolo. Il prezzemolo ha proprietà antiaggreganti.  

La testimonianza di un naturopata nel mio gruppo, al congresso di Costanza nell'ottobre 2018.  L'arteriosclerosi nelle carotidi era scomparsa con dictamuns albus in aceto. Questa testimonianza mi ha convinto che si tratta di dictamuns albus e non di origanum dictamnus.

Quando sente crampi alla gamba: olio di oliva alla rosa (III-16) ricordo una testimonianza del Dott. Michael Ptok, presidente della "Internationale Hildegard Gesellschaft" sull'efficacia di questo semplicissimo rimedio. 
Un rimedio naturale per l'alta pressione sanguigna è l'aglio (I-79). Un cardiologo americano ci ha convinto con studi scientifici sull'efficacia dell'aglio fermentato. "Kyolic". E nel suo studio con Kyolic insieme al coenzima Q10 ha scoperto che anche le placche di arteriosclerosi sono scomparse!

Un musicista di 67-68 anni con problemi di pelle e fegato. Ha ancora un livello di bilirubina troppo alto a causa di una malattia genetica.
Il morbo di Gilbert. Poiché ha avuto una bronchite nel dicembre 2017 gli ho prescritto il vino allo scolopendrio (I-30); dopo tre mesi, con nostra grande sorpresa, non solo gli indici di infezione si sono normalizzati, ma anche il livello di bilirubina!

Una francese settantenne con la polmonite tre anni fa. Dopo aver preso il vino aromatizzato alla polmonaria (I-29) per 1-2 mesi non tossisce più. 

Secondo S Hildegard, rabbia e tristezza aumentano sensibilmente il rischio. Ah! Tristezza! Hildegard ne parla molto. Con lei tutto diventa chiaro e semplice. Secondo S. Hildegard ci sono solo due importanti cause di tutte le malattie gravi: "collera e tristezza", rabbia e tristezza. E descrive anche i prodotti che sono alla base di questa rabbia e tristezza. 1) la bile amara ("fiele") causa rabbia e 2) la famosa bile nera,("melancolia") causa tristezza. Sono rifiuti e prodotti nocivi nel sangue. Entrambi sono una conseguenza della caduta di Adamo. La mia gioia fu grande quando  trovai nel mio sangue, sotto il microscopio, delle sostanze che corrispondevano alla descrizione di Hildegard della bile nera. Una scoperta meravigliosa!
Mi stupisce ancora ogni giorno che migliaia di ematologi in tutto il mondo non abbiano ancora visto questi conglomerati neri, marroni o addirittura blu.
E questa melancolia è così importante per Hildegard. Il Prof. Laurence Moulinier, che ha studiato e rielaborato Cause e  Cure nel 2003, ha scritto alla pagina CVIII della sua introduzione: "Tristitia" e "Melancolia" sono in ogni caso i due termini più frequentemente usati in tutto il libro Cause e cure. 

Secondo il testo di Hildegard e le mie ricerche, la bile nera, che si presenta come conglomerati neri, marroni o blu, è uno scarto dei globuli bianchi (quello caldo di Hildegard). Così comprendiamo che, dopo un'infezione durante la quale aumentano i globuli bianchi, possiamo diventare depressi.  Durante un'infezione batterica, i leucociti aumentano nel sangue. Anche dopo una gravidanza. Ma ci sono anche persone che hanno un temperamento malinconico.
I diversi temperamenti sono ben descritti in Hildegard, ma questo è un altro argomento.
Hildegard parla molto anche del fumo della bile nera. Sono prodotti gassosi che escono da questa bile nera. Nessun dispositivo può misurarlo. Ma lo vedo al microscopio. A mio parere, questa bile nera e il suo fumo svolgono un ruolo importante nella stanchezza cronica e in altre malattie in cui non ci sono cause o trattamenti. Anche la demenza. Ildegarda non sarebbe santa Ildegarda, dottoressa della Chiesa, se non desse informazioni per ridurre questa "melancolia", questa bile nera, che circola nel nostro sangue, che causa stanchezza, depressione, persino demenza. Svolge un ruolo importante in tutte le malattie gravi. Anche nell'emicrania e nel cancro.

Gli esperti dicono che la demenza sarà una grande sfida nei prossimi anni, e anche oggi è già un disastro. Qual è la risposta di Hildegard a questa crisi? Come trattare il nostro cervello? E' molto semplice: soprattutto con uno spirito felice. I buoni pensieri riempiono il cervello, i cattivi pensieri svuotano il cervello. C'è una relazione tra depressione e demenza. Il buon cibo e le spezie possono già aiutarci.

In evidenza

Altri Eventi

Seminario online da ottobre

READMORE

Altri articoli simili

ON AIR: interviste

Dr Felicitas Karlinger: sulla strada di Ildegarda

READMORE