BACK

Ambra

Cosa scrive S. Ildegarda

Mal di stomaco

Una persona che ha un forte mal di stomaco metta l'ambra nel vino, nella birra o nell'acqua per circa un'ora e la tolga. Quel liquido verrà così penetrato dalle virtù della pietra e ne riceverà la forza. Quindi lo si faccia per quindici giorni e ne venga dato da bere al malato, non a digiuno, ma dopo una piccola colazione".
Solo il malato deve bere questo liquido per guarire lo stomaco e l'intestino. Il cuore di una persona sana non lo sopporterebbe a causa della sua grande forza...”

 
Problemi alle vie urinarie
 

Chi ha difficoltà ad urinare, al punto da non poter emettere l'urina, immerga per un giorno l'ambra nel latte di mucca o di pecora, ma non di capra. Il secondo giorno lo tolga, faccia riscaldare quel latte e lo beva. Lo faccai per cinque giorni: scioglietà l'urina nel proprio corpo”.

 

A cosa serve 

  • Problemi gastrointestinali,
  • Problemi di minzione.

Ildegarda non usa il termine ambra ma ligurio; tuttavia, da come ne parla, si presume che si riferisca all’ambra. Ildegarda ritiene che sia una pietra molto efficace per contrastare i dolori allo stomaco, all’intestino e i problemi alle vie urinarie.

Utile come 

Collana, ciondolo, saponetta burattata, anello, bracciale, semplice pietra.

In evidenza

Altri articoli simili

ON AIR: interviste

Brigitte Pregenzer: Lernhilfen nach Hildegard -damit die Schule Freude macht

READMORE