BACK

Aceto e sale


L'aceto 

Cosa scrive S.Ildegarda

“... l'aceto di vino va bene con tutti i cibi se non copre il loro sapore e se lo si percepisce appena. In questo modo aggiunto ai cibi, pulisce il corpo dal maleodore e riduce gli umori fetidi e aiuta la digestione dei cibi. Se invece si aggiunge troppo aceto ai cibi, da coprirne il gusto, danneggierà, perchè il suo calore cuoce i cibi per la seconda volta, rendendoli quasi indigeribili".

Qui si parla di aceto di vino, indistintamente se bianco o rosso. Ildegarda parla successivamente dell'aceto di birra che è debole e non è salutare per l'uomo. Dell' aceto di mele putroppo non fa menzione, ma visto che al melo attribuisce una subtilitas superiore a quella del malto si suppone sia senz'altro migliore di quello di birra.
L'aceto di vino usato con il giusto criterio non deve assolutamente coprire il sapore dei cibi, altrimenti questi ultimi risulterebbero cotti due volte e quindi difficili da digerire .
 

Il sale

Cosa scrive S.Ildegarda

“ ... si sali non troppo e nemmeno poco, ossia quanto basta da non superare il gusto della pietanza o da non sentirlo nemmeno “
 
 
“Il sale è molto caldo e un po' umido e all'uomo è molto utile. Se l'uomo mangia cibo senza sale sarà indebolito interiormente. Chi mangia sale con misura diventa forte e sano.Chi mangia cibi troppo salati diventa asciutto all'interno. Il sale aggredisce come sabbia i suoi polmoni e li essicca, perchè i polmoni desiderano l'umidità. Infine aggredisce anche il fegato , danneggiandolo ...”
 
“Il sale evaporato, ossia il sale essiccato sul fuoco è più sano di quello crudo, poichè l'umidità che era in lui si è seccata. Mangiato col pane o altri cibi, è sano e buono.
Il sale è come sangue e come la cresta delle onde e l' uso moderato dà forza, a chi esagera invece crea inondazione e tempesta.”
 
"Il sale lucido (idrato) ha un calore più forte rispetto all'altro sale e contiene una certa umidità, si addice alla preparazione di medicinali i quali, se si aggiunge una moderata quantità di sale, diventano migliori. Così questo sale è più prezioso di tutti gli altri, proprio come le spezie hanno maggior valore rispetto alle altre erbe. Se un uomo mangia un po' di questo sale chiaro con altri cibi senza altri condimenti, si rinforza, si risana e rallegra il polmone...”
 
L'uomo soffre di sete quando mangia molto sale. Infatti il sale secca il suo polmone e gli umori cercano l'umidità e l'uomo avrà sete....”

E' chiara l'importanza del sale e della quantità che ne possiamo ingerire: sempre e solo con moderazione, il sale non deve coprire il sapore del cibo e nemmeno esserne privo o quasi.
Una quantità sbagliata influisce sul polmone e sul fegato .

In evidenza

Altri articoli simili

mamma e bambino

Scuola e studio: Ildegarda ci aiuta così

READMORE

Dicono di lei

Dr Louis Van Hecken: 30 ans d'expérience

READMORE