BACK

Prevenzione

Cosa scrive S.Ildegarda  

"....le medicine che Dio ci ha indicato aiuteranno l'uomo, oppure egli morirà, oppure Dio non vuole che egli venga liberato dalla sua malattia."
 
"Poichè le polveri e spezie varie preparate con piante nobili se non vengono prese in modo corretto , non aiutano l'uomo, anzi piuttosto lo danneggiano perchè seccano il suo sangue e dimagriscono la sua carne, perche' non trovano in lui i succhi di cui hanno bisogno."
 
"Perché non aumentano né la forza né lasciano crescere la carne dell'uomo ma diminuiscono solo i succhi cattivi degli uomini che gli si oppongono."

"Se non vengono  prese nella giusta misura e al bisogno in modo corretto, con pane o nel vino o insieme ad altri ingredienti, a digiuno, in maniera essenziale, esse restringeranno il petto di coloro che le ingeriscono e gli danneggieranno i polmoni, gli indeboliranno lo stomaco perche' mangiate senza alcuna aggiunta."
 
"Proprio come la polvere della terra danneggia l'uomo, se la inala, così anche queste erbe portano con se' più danno che salute negli esseri umani quando non sono assunte correttamente."
"I rimedi (spezie) dovrebbero quindi essere mescolati con l'alimento o assunti subito dopo il pasto, perché diluiscono i succhi del cibo e permettono alla persona di digerire il cibo ingerito;   tranne nel caso in cui l'uomo abbia una sofferenza tale che l'erba nobile e potente o una polvere preziosa, vada presa a digiuno."

  

Cosa ci suggerisce Santa Ildegarda 

I medicinali vanno presi con cautela, seguendo le istruzioni precise di come, quando e solo dopo diagnosi sicura. 
Sempre nella giusta misura e non in maniera preventiva, pensando: “non si sa mai”.
  
Tuttavia, la medicina di S.Ildegarda conosce alcuni rimedi che servono alla PREVENZIONE
e possono essere assunti proprio dalle persone sane per mantenersi in salute, stabilizzare la salute e proteggersi da malattie ad esempio : 


In evidenza

Altri articoli simili

Ricette medicinali

Collutorio alla cenere di vite

READMORE